Skip to content


Conflitti di rete: ciclo di presentazioni di libri

L’infoshop Dans La Rue ed Infoaut Bologna presentano

La comunicazione assume un ruolo centrale nei conflitti sociali odierni. E nell’era dei social media e degli smartphone, ormai elementi costitutivi delle pratiche sociali, la sua dimensione si fa sempre più trasversale e partecipata.

Cinque libri, presentati all’infoshop Dans La Rue(Via Avesella 5/a, Bologna) per raccontare le storie, le scelte e le tecnologie di alcuni dei protagonisti che negli ultimi anni hanno attraversato Internet, individuandola come campo di battaglia e terreno di contesa, luogo di narrazioni, costruzione di opinione pubblica e organizzazione dei movimenti. Ma anche per delineare una critica, irrinunciabile e serrata, in grado di farne emergere ambivalenze e lati oscuri.

#0 Giovedì 8 Novembre Ore 21
+Kaos di Autistici/Inventati – AgenziaX

#1 Giovedì 15 Novembre Ore 21
Nell’acquario di Facebook di Ippolita- Ledizioni
#2 Giovedì 22 Novembre ore 21
Lessico Virilio. L’accelerazione della conoscenza di Silvano Cacciari e Ubaldo Fadini

#3 Giovedì 29 novembre Ore 21
Anonymous. Noi siamo legione di Antonella Beccaria – Aliberti Editore

#4 Giovedì 6 Dicembre Ore 21
Dentro Anonymous. Viaggio nelle legioni dei cyberattivisti di Carola Frediani – Informant

Giovedì 8 Novembre Ore 21
+Kaos di Autistici/Inventati– AgenziaX
Alla fine del XX secolo la scena hacker era avanguardia pura. Quando le idee, le pratiche e le scorribande nella rete di questa nicchia di sperimentatori telematici iniziarono ad attirare l’attenzione del mainstream, in Italia un manipolo di attivisti ebbe l’intuizione che la comunicazione fosse davvero la sostanza in cui si sarebbero espressi i processi sociali, politici e culturali dell’immediato futuro.
Il collettivo A/I, o Autistici/Inventati, nasce nel 2001 con l’obiettivo di creare un server autogestito e fornire gratuitamente servizi web nel rispetto dell’anonimato e della privacy. Il loro veicolo informatico è sopravvissuto a molti tentativi di repressione, a denunce, sequestri, inchieste giudiziarie. Nel tempo, ha costruito una rete di server collocati in molti paesi del mondo che gli permette di offrire a diverse migliaia di utenti gli strumenti per una navigazione consapevole, che tutela la loro libertà di informazione e comunicazione.
Questo libro è prima di tutto un azzardo, un tentativo di narrazione pensato a partire dai ricordi di chi in A/I c’è stato, di chi passava di lì per caso ed è rimasto, di chi ha dato una mano, di chi ancora, ogni giorno decide che ne vale la pena. È, al contempo, il racconto di un’avventura abbastanza unica nel mondo del digitale e la ricostruzione di una serie di percorsi formativi mai lineari, al limite tra gioco e impegno politico.Autistici/Inventati – https://www.autistici.org/
Sicuramente la più importante esperienza collettiva di hacking, hacktivism e mediattivismo nata in seno al movimento italiano. Un gruppo di ragazze e ragazzi appassionati di tecnologia e comunicazione che hanno fatto proprio il motto di Primo Moroni “Condividere saperi, senza fondare poteri”.
Giovedì 15 Novembre Ore 21
Nell’acquario di Facebook di Ippolita- Ledizioni

Facebook si avvia ad avere un miliardo di utenti. È uno straordinario dispositivo che mette a profitto ogni movimento compiuto sulla sua piattaforma.
Nell’illusione di intrattenerci, o di promuovere i nostri progetti, lavoriamo invece all’espansione di un nuovo tipo di mercato: il commercio relazionale. Nell’acquario di Facebook siamo tutti seguaci della dottrina della Trasparenza Radicale: un insieme di pratiche narcisistiche e pornografia emotiva.
Ci siamo volontariamente sottoposti a un enorme esperimento sociale, economico, culturale e tecnico. L’anarco-capitalismo dei right libertarians californiani è il filo conduttore che ci permette di collegare Facebook ai Partiti Pirata europei, a Wikileaks. Gli algoritmi usati per la pubblicità personalizzata dai giganti della profilazione online, i nuovi padroni digitali (Facebook,Apple,Google,Amazon…) sono gli stessi utilizzati dai governi dispotici per la repressione personalizzata.

Nel nome della libertà di profitto.

Ippolita – http://ippolita.net/
Il gruppo di ricerca Ippolita nasce nel 2005 attorno alla scrittura di Open non è free. Comunità digitali tra etica hacker e mercato globale, pubblicato copyleft per la casa editrice Eleuthera. Nel 2007 viene dato alle stampe un altro testo sempre con licenza Creative Commons by-nc-sa: Luci e ombre di Google. Futuro e passato dell’industria dei meta dati, per Feltrinelli editore.

Giovedì 22 Novembre ore 21
Lessico Virilio. L’accelerazione della conoscenza di Silvano Cacciari e Ubaldo Fadini

Quale è l’importanza, nel pensiero politico, dell’opera di Paul Virilio? Che rapporto oggi, nel mondo contemporaneo, tra velocità e politica? L’agile testo, 130 pagine, di Silvano Cacciari e Ubaldo Fadini si interroga proprio su queste domande. Costruendo un lavoro di stimolo, di apertura di temi e scenari di analisi proprio costruendo un lessico su Paul Virilio. Un lessico che paradossalmente è composto da una sola parola: velocità. Parola che riassume però l’intero lavoro di Virilio nel suo rapporto con la politica.Il testo si compone di un capitolo introduttivo, sulla pensabilità del rapporto tra velocità e politica alla luce delle continue rivoluzioni tecnologiche, di un capitolo di Ubaldo Fadini (sull’estetica del bunker come fonte originaria del lavoro viriliano), di uno di Silvano Cacciari (sulla recezione in lingua inglese del Virilio di velocità e politica) ed un inedito di Paul Virilio su questi temi.

Giovedì 29 novembre Ore 21
Anonymous. Noi siamo legione di Antonella Beccaria – Aliberti Editore

Gli ignoti che si riuniscono sotto la sigla Anonymous promettono battaglia contro censura, imperialismo, finanza d’assalto, devastatori dell’ambiente e militarismo. Questo libro è un’inchiesta su una forma di lotta da nuovo millennio che ha finito per colpire sette religiose, corporation, partiti reazionari e dittature mediorientali.
Ogni volta che verrà compiuto un abuso, compariranno gli anonimi fustigatori il cui volto è rappresentato dalla maschera del giustiziere Guy Fawkes. E già oggi si può intuire il loro scopo: servizi digitali che garantiscano agli utenti la libertà di espressione.

Antonella Beccaria – http://antonella.beccaria.org/
È giornalista e scrittrice. Collabora con «Il Fatto Quotidiano», con la tramissione di RaiTre Lucarelli racconta condotta con Carlo Lucarelli e con il mensile «La voce delle voci». Ha alle spalle numerose pubblicazioni, tra cui: Divo Giulio, Andreotti e sessant’anni di potere in Italia e Piccone di Stato. Francesco Cossiga e i segreti della Repubblica. Dal 2004 ha un blog, Xaaraan, dove trovano posto alcuni dei suoi interessi, dalla saggistica politica alle nuove tecnologie, passando per la letteratura e la fotografia.

Giovedì 6 Dicembre Ore 21
Dentro Anonymous. Viaggio nelle legioni dei cyberattivisti di Carola Frediani – Informant
Cosa è successo al movimento di hacktivisti dopo l’ondata di arresti internazionali di alcuni mesi fa? Come si organizza? Quali sono i suoi strumenti? Come sono state effettuate alcune delle azioni più famose, compiute in Italia e all’estero? E perché?
Tra testimonianze dirette, decine di interviste, retroscena mai usciti, questa inchiesta sul campo ricostruisce gli ultimi sviluppi di Anonymous, il gruppo di cyberattivisti che ha dichiarato guerra a governi e aziende di mezzo mondo mostrando l’influenza morale di Julian Assange e il suo rapporto con WikiLeaks.
Un racconto giornalistico che testimonia il “dietro le quinte” di alcuni cruciali attacchi e che riflette sulle sfide di un movimento di “senza volto” che si propone di difendere la libertà di espressione e la libera circolazione delle informazioni in un mondo in cui invece sempre di più ci viene richiesto, quando non imposto, di metterci la faccia.

Carola Frediani (https://twitter.com/carolafrediani),

Giornalista, nel 2010 ha co-fondato l’agenzia Effecinque.org, impegnata a realizzare nuovi format giornalistici e a sperimentare con i social media. Scrive soprattutto di nuove tecnologie, cultura digitale e ambiente per l’Espresso, Wired,
Corriere della Sera, Sky.it, Il Secolo XIX. Per Sky.it ha lavorato al progetto Beautiful Lab. In precedenza ha lavorato per quasi dieci anni alla società di web design e web content Totem, di Franco Carlini. È appena uscito il suo ebook “Dentro anonymous. Viaggio nelle legioni dei cyberattivisti”.

Posted in Presentazione.


Aperitivo Benefit Infoaut

Martedì 19 Giugno

Dalle 19:00 – Aperitivo benefit InfoAut

Incontro con la redazione bolognese, mostre fotografiche, articolistiche e video proiezioni dell’informazione di parte.


Posted in Appuntamenti, Esposizione, Presentazione.

Tagged with , .


Win For Death

Venerdì 22 Giugno

19:00 – Aperitivo
21:00 – Presentazione

Daniele Cerrai

presenta

Win for Death

Una sediziosa Accolita degli Annoiati formata da ricchi borghesi decisi a non rinunciare ai fasti del berlusconismo, finisce per partorire il reality definitivo, dove la nomination è una vera e propria condanna a morte.
Ad essere nominati sono un aspirante concorrente all’Isola dei Famosi, un precario neoadepto al culto finemondista, un giovane badante bengalese e… un membro dell’Accolita stessa.
In un clima di sospetto e ansia crescente, man mano che il countdown del gioco scorre e il termine della scommessa, il 21 dicembre 2012, si avvicina, gli Annoiati intessono le loro trame, sprofondando in un finale delirante quanto loro.

È il concetto di fine che muove la genesi e tutto Win For Death - L’ultimo reality. Ispirato alla profezia che vuole l’apocalisse il 21 dicembre 2012, il romanzo si interroga sul senso della catastrofe e su cosa, nel nostro mondo, sia veramente alla fine. È poi la fine o un eterno ritorno il destino dell’uomo? A far da contesto a questa domanda, scenari terminali e estremi: mania del gioco, corruzione, affarismo, velleità nichiliste. Una panoramica intera sul pozzo nero che è l’Italia di oggi.

Cinico, amaro, terribilmente attuale nel suo lato politico e sociale, Win For Death è un romanzo d’odio e di catastrofe.

Booktrailer

Posted in Appuntamenti, Presentazione.

Tagged with , , .


Aperitivo Benefit Infoaut

Martedì 26 Giugno

Dalle 19:00 – Aperitivo benefit InfoAut

Incontro con la redazione bolognese, mostre fotografiche, articolistiche e video proiezioni dell’informazione di parte.

Posted in Appuntamenti, Esposizione, Presentazione.

Tagged with , .


The Micro Debt

Venerdì 29 Giugno

19:00 – Aperitivo
21:00 – Proiezione (sottotitoli in italiano) e dibattito a seguire

Date ai poveri un piccolo prestito – un cosiddetto microprestito, in modo che possano avviare una piccola attività e riscattarsi dalla povertà.

Per decenni i Nobel-decorati, Mohammad Yunus e Grameen Bank sono stati elogiati per dare ai poveri un piccolo microprestito per riscattarsi dalla povertà. Il sistema è stato copiato in tutto il mondo.

Ma davvero i microprestiti aiutano i poveri, e perché l’agenzia di aiuti norvegese Norad, che ha donato milioni di dollari alla Grameen Bank ha tenuto segreti numerosi documenti?

La troupe del film – che ha viaggiato a lungo in Bangladesh incontrando decine di poveri debitori di microprestiti, ed economisti e ricercatori dello sviluppo come Jonathan Morduch, David Roodman, Milford Bateman e Thomas Dichter – racconta un’altra faccia della seducente storia del microcredito.


Posted in Appuntamenti, Proiezione.

Tagged with , , , .


La misteriosa curva della retta di Lenin

Domenica 03 Giugno

19:00 – Aperitivo
21:00 – Presentazione

Gigi Roggero

presenta

La misteriosa curva della retta di Lenin.

Per una critica dello sviluppo del capitalismo oltre i beni comuni

Perché ricominciare a dire Lenin oggi? È l’urgenza delle lotte a imporci questo ritorno. I movimenti in rete e sull’università, i conflitti operai e dei precari, contro le «nuove recinzioni» e nelle banlieue globali, in Europa e nel mondo postcoloniale, hanno il proprio minimo comun denominatore nella lotta dentro e contro lo sviluppo del capitalismo. Era proprio questo il nodo della polemica tra Lenin e i populisti russi a cavallo tra Otto e Novecento. Ripercorrendo criticamente quel dibattito, il libro spiazza radicalmente la contrapposizione tra modernità e anzi-modernità e mostra come per Lenin analizzare lo sviluppo del capitalismo significasse individuare i punti della sua crisi e la possibilità della rottura rivoluzionaria. Praticare oggi quella mossa leniniana, nel profondo mutamento delle forme del lavoro e della produzione: qui sta la scommessa e la posta in palio. Attraverso questo percorso viene messa a critica – dall’interno dei movimenti sociali – la categoria di «beni comuni». Le lotte globali contro lo sfruttamento e l’espropriazione capitalistica ci mostrano infatti come in questione non sia la conservazione o un ritorno a un mitologico stato di natura, bensì la riappropriazione della ricchezza sociale e l’autonomia del lavoro vivo.
La produzione, cioè, del “comune” oltre il pubblico e il privato, lo Stato e il mercato.

Posted in Appuntamenti, Presentazione.

Tagged with , , .


Dans la Rue @ Ska Festival

Sabato 26 Maggio

dalle 21:00 l’infoshop di Dans la Rue è allo

Ska Festival XX^ Edizione

Laboratorio Crash! – Via della Cooperazione 10

Skappatin (Foggia)

Califfo de Lux (Venezia)

Radici nel Cemento (Roma)

The Pioneers (Kingston)

a seguire Dj Gorak

Posted in Appuntamenti, General.

Tagged with , , .


Dans la Rue @ Ska Festival

Venerdì 25 Maggio

dalle 21:30 l’infoshop di Dans la Rue è allo

Ska Festival XX^ Edizione

Laboratorio Crash! – Via della Cooperazione 10

Gli Ultimi (Roma)

Skiantos (Bologna)

Eddie & The Hot Rods (Essex – UK)

a seguire Dj Revolution Rock


Posted in Appuntamenti, General.

Tagged with , , .


I Love My Job – Una giornata a lavoro

Giovedì 24 Maggio

Iniziativa spostata in Piazza Verdi

A.D.O. (Urban Riot Art)

presenta

I Love My Job
Una giornata a lavoro

Le 32 illlustrazioni rappresentano un ciclo intero di una giornata di lavoro, dall’ alba alla notte, le diverse categorie di lavoratori colti nel momento di massima tensione, noia o frustazione. Una visione cinica e un inchiostro caustico ci portano a riflettere sulle condizioni attuali dei lavoratori.

La scorsa settimana, giovedì 17 Maggio, un’iniziativa di presentazione di Anomalia, con reading di poesie, momenti di socialità ed un torneo di calcetto in Piazza Verdi è stata oggetto dell’attenzione delle forze dell’ordine, determinate a impedire che essa avesse luogo. La piazza, affollatissima, ha saputo rivendicare la possibilità di proseguire nelle iniziative programmate, disinnescando il tentativo repressivo.

Come Dans la Rue crediamo che l’iniziativa culturale, politica e sociale degli studenti che attraversano la zona universitaria sia un punto di forza di questa città. Che rappresenti una ricchezza irrinunciabile e la concreta possibilità di riqualificare dal basso i territori metropolitani, in alternativa a quei dispositivi sicuritari che già da troppi anni sono responsabili della desertificazione sociale e dell’impoverimento della vita culturale cittadina.

Per questo accogliamo con piacere l’invito, rivoltoci dalla redazione di Anomalia e dal Collettivo Universitario Autonomo, a spostare l’inaugurazione dell’esposizione in Piazza Verdi questo giovedì, nel corso della nuova iniziativa organizzata. Troverete quindi l’inaugurazione della mostra I Love My Job in Piazza Verdi dalle 19:00. Sarà poi in esposizione a Dans la Rue nel corso delle prossime iniziative.

Posted in Appuntamenti, Esposizione, Presentazione.

Tagged with , , , , , .


Mugello sottosopra

Domenica 20 Maggio

18:00 – Presentazione
a seguire aperitivo

Simona Baldanzi

presenta

Mugello sottosopra

Quando si parla del progetto TAV la mente corre immediatamente alla Valle di Susa, dove da più di vent’anni una comunità si oppone con forza ad un’opera percepita come inutile e dannosa, ancora di più nell’attuale contesto di crisi ed austerità. Ma il progetto TAV non ha prodotto danni solamente nell’ovest del Piemonte.

Da tanti anni infatti anche nella regione toscana del Mugello (come in tante altre parti d’Italia) si scrivono pagine su pagine riguardanti dissesti ambientali, stravolgimento e super-inquinamento dei territori, impoverimento delle falde acquifere, irregolarità nello smaltimento dei rifiuti dei cantieri..

Ma si parla anche delle condizioni lavorative, che un tempo si sarebbero definite “da terzo mondo”, degli operai che rendono vivi i cantieri deputati alla realizzazione dell’opera… e sono proprio questi operai, che fanno meno notizia nella loro miseria quotidiana rispetto a quelli che muoiono a manciate in Cile od in Cina, il soggetto sociale da cui parte Simona Baldanzi nel raccontare le miserie che il progetto TAV reca con sé.

Operai sradicati dal loro territorio, operai ostaggi dei cantieri dove lavorano, operai che a volte ci lasciano anche la pelle, operai sacrificati sull’altare dei profitti di poche grande imprese, operai danneggiati dalle gare d’asta al ribasso che alla fine quel ribasso lo scaricano sulla loro sicurezza… tutto questo si trova in Mugello sottosopra (Ediesse edizioni – 2011).

Ne parliamo con l’autrice Simona Baldanzi.

 

Posted in Appuntamenti, Presentazione.

Tagged with , , , , , .