Skip to content


Il ghetto disperso. Pratiche di desegragazione e politiche abitative

Rinviato a:

Mercoledì 30 Novembre

Per il ciclo

Migranti e l’Italia sommersa: Lo sfruttamento ai tempi della crisi

presentiamo con l’autore

Elena Ostanel

il volume

Il ghetto disperso. Pratiche di desegragazione e politiche abitative

19:00 – Aperitivo
21:00 – Presentazione

 

Da sempre le migrazioni spaventano e affascinano gli uomini. Nella storia interi paesi o comunità si sono sempre trovati nella contraddittoria tensione tra l’inclusione e l’esclusione, tra l’accettazione e il rifiuto del diverso. Tale condizione in più è gravata da una considerazione, un’idea che, soprattutto in tempi di crisi, torna a far capolino nella testa di molti, la consapevolezza che il nostro passato e probabilmente il nostro futuro ci dipingono nella medesima condizione. Ci dipingono nomadi in un mondo dove le frontiere sono in realtà imposte dall’organizzazione del lavoro, quindi mutabili a seconda delle esigenze del neoliberismo.

Allora il fenomeno della migrazione diviene immediatamente specchio di una realtà che ci vede, a prescindere dal nostro ruolo, attori.

Come dans la rue quindi presentiamo questo ciclo di iniziative che vogliono proprio approfondire, anche portando ad esempio ricerche sociali sul campo, qual’è la condizione dei migranti nel nostro paese. Precisamente lo faremo presentando tre libri, in cui con un taglio simile si prenderanno di petto altrettante questioni.

Nel terzo: “Il ghetto disperso. Pratiche di desegragazione e politiche abitative” (Ed. CLEUP – 2011) Parleremo con la co-autrice Elena Ostanel (Ricercatrice presso l’Università di Venezia), indagando la condizione che i migranti si vivono all’interno delle nostre metropoli, proprio partendo da ricerche condotte sul campo dei primi “ghetti” che hanno preso piede in Italia.

Presenteremo questo ciclo con la consapevolezza che oggi più che mai, vista la crisi che sta investendo l’intero sistema-mondo, approfondire la condizione dei nostri fratelli e sorelle migranti significa anche conoscere qualcosa di più di se stessi attraverso un gioco di specchi che in molti sono disposti a riconoscere come reale.

Posted in Appuntamenti, Presentazione.

Tagged with , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.